Recensione: “Alda Merini ci sono notti che non accadono mai” di Silvia Rocchi – Becco Giallo

La biografia a fumetti di Alda Merini. Alda Merini è dipinta senza volto. Si muove tra le mura di casa, scende per le vie di Milano alla ricerca del calore di un contatto. E insieme c’è un’altra Merini – di nuovo immaginata – che si trascina collina dopo collina per conoscere da vicino amore, violenza e pietà. Un racconto visivo a doppio binario, modellato sulla vita e sui versi della Poetessa dei Navigli.

L’autrice Silvia Rocchi ci descrive così questa questa favolosa graphic novel: questo racconto è narrato su due binari distinti e complementari. Nella parte superiore della pagina, un’Alda Merini spesso senza volto percorre prima quelle pareti di casa spesso ricordate nelle sue poesie, per poi scendere in strada e cercare un vero contatto umano. Al tempo stesso, nella pagina scorre un’altra Merini immaginaria, che si trascina da un paesaggio all’altro, si affaccia su vaste valle tratteggiate, dove conoscerà l’amore, la violenza e la pietà. Con la sola grafite viene riportata la sua esperienza manicomaniale, sospendendo la storia all’incirca a metà per far si che siano le immagini di boschi, barche e rinascite paludose a descrivere l’inferno vissuto e dal quale è riuscita a rialzarsi. Le poesie che collidono nel racconto seguono un certo andamento temporale. All’inizio della giornata, i versi trattano di una giovane sposa, mentre dopo lo stacco in bianco e nero ci sono quasi sempre poesie posteriori al suo lungo silenzio. Talvolta l’incredibile ricchezza del linguaggio metaforico della poetessa stride vicino al parlato quotidiano, ma è un accostamento teso ad esaltare la potenza dei suoi versi. Per questa seconda edizione del fumetto, posta davanti alla possibilità di cambiare qualche disegno, ho scelto di non farlo: ho voluto che restasse tutto così come è uscito nella prima edizione. Onesto, acerbo e a tratti inconsapevole. Per alcune tavole, quelle più riuscite, mentre ci lavoravo mi ero sentita allora come attraversata da una sorta di trance. Ce ne sono altre che oggi, invece, non amo. Ma non le rinnego, le lascio tutte, e accetto gli errori.»

~~~

Non ho parole per descrivere questo capolavoro che, ancora una volta, ci parla di una donna straordinaria quale è stata Alda Merini: ’animo ribelle ma risolutivo, capace di amare donandosi totalmente e di fare a pugni con una cruda realtà. E’ stata coraggiosa nell’urlare con la sua penna quanto sia travolgente l’amore, la violenza, la depressione e dove… solo lei, una donna, ha avuto la capacità di risorgere e togliersi da dosso i ricordi di una vita segnata da ingiustizie intollerabili che, in ogni caso, l’hanno accompagnata sino alla tomba. Non è facile parlare di una donna così, non ci sono parole per descrivere l’ammirazione che ho sempre provato nei suoi confronti, ma è doveroso “renderle giustizia” anche solo rammentando la sua capacità di riportare su carta, in versi, l’incantevole complessità delle sue poesie. Sicuramente con una graphic novel l’autrice ha potuto materializzare il ricordo di una poetessa che non ha avuto pudore di riportare nei suoi componimenti tematiche scomode in tempi in cui, per una donna, non era dignitoso parlarne. Alda Merini, con una dignità fuori dal normale, ha ricordato al mondo quanto sia importante l’esistenza umana vissuta alla luce del sole e non nascondendo le proprie idee e pulsioni.

Alda Merini nella sua vita tormentata ha sofferto e ha fatto i conti con una situazione economica difficile ma, ed è giusto sottolinearlo, ci ha regalato sempre il desiderio di amare, di vivere anche i ricordi dolorosi conservandoli come se fossero il dono più prezioso.

Amore getta la lenza, 1993

La folla che zingaresca danza

Intorno ai miei libri

Non sa che sapido sangue

Scorre nelle Chimere

E lìmdove cadde l’Audace

Fiorirono mille destini:

un erpice d’amore

che miete vittime ancora.

Libro consigliato ad occhi chiusi per la bellezza delle sue immagini e per ciò che ha voluto ricordarci.

Casa Editrice: Becco Giallo  Data Pubblicazione: 18 aprile 2019 Pagine: 124

Valutazione 100%

Se vi interessa  questo libro, potete acquistarlo su